Breath and Grove Duo

Gavino Murgia

è gioviale, amante della natura e della buona tavola. Ben disposto al dialogo, porta la cultura della Sardegna nel cuore. È figlio d’arte, essendo stato Sebastiano (Bustianu) Murgia un noto ebanista e un apprezzato scrittore dialettale nuorese. Ha una speciale predilezione per le arti visive e figurative. Ha condotto diverse ricerche etnomusicali: di rilievo quelle a fianco di Pietro Sassu, nella seconda metà degli anni Novanta. Nonostante i venticinque anni di carriera, Murgia si definisce (con modestia) “un principiante”, poiché ritiene sia questo il giusto atteggiamento per farsi incantare con continuo e rinnovato stupore dal linguaggio dei suoni e dall’infinta ricerca a esso collegata. Ha all’attivo numerosi concerti e diverse pubblicazioni discografiche. Come primari riferimenti ha la musica jazz e quella popolare sarda, due mondi che, inizialmente, ha vissuto come distinti ma che, nel tempo, si sono sempre più avvicinati in un inestricabile unicum musicale.

Luciano Biondini

è nato a Spoleto (PG) nel 1971 e ha iniziato a studiare la fisarmonica all’età di 10 anni. Dopo una formazione orientata verso studi classici con numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali (Trophée Mondial de l’Accordéon, Premio Internazionale di Castelfidardo, Premio “Luciano Fancelli”, Premio Internazionale di Recanati, ecc.), si avvicina al jazz nel 1994 dopo aver conosciuto il chitarrista Walter Ferrero.
Oltre ad aver partecipato a trasmissioni televisive e radiofoniche, ha tenuto concerti in vari Paesi europei (Spagna, Germania, Danimarca, Croazia, Andorra) e ha partecipato a numerosi festival: Umbria Jazz Winter, Fano Jazz, Festival dei Due Mondi, Festival Klezmer di Ancona, Metronome e molti altri.