Marta Proietti

È nata a Ghilarza, ha 30 anni. Ha al suo attivo numerose esperienze come attrice, in Italia con la Coop. Sirio e Il crogiuolo di Mario Faticoni e all’estero (regie di Georges Bécot e Jean-Pierre Garnier). Partecipa al Festival des Jeunes Talents a Parigi con lo spettacolo “Les Thesmophories”, per la regia di Thalia Le Priellec, segnalandosi come migliore attrice protagonista. Risulta finalista in diversi premi teatrali (fra cui lo Jacques a Parigi) e concorsi fra cui Prova d’attore a Torino e La parola e il gesto a Imola. Dal 2003 firma regie di spettacoli teatrali fra cui Symphonie espagnole, Je de scène, Sull’altipiano con Emilio, La zapatera prodigiosa, Amenoche, Gramsci Antonio: presente. Nel 2006 è protagonista dei monologhi La parrucca di N. Ginzburg, Spogliarello di D. Buzzati, Un pesciolino di P.P. Pasolini, e nel 2007 Il bell’indifferente di J. Cocteau. È cantante di piano bar, coordinatrice di laboratori teatrali e docente di Storia del teatro.