Graziano Origa

Graziano Origa: grafico, art director, giornalista, saggista, fotografo, editore, punk artista, poeta.

Spirito libero e creativo, controverso, no-code, posseduto dal sacro fuoco della carta. Agisce border line sulle parole e sulle immagini, con piglio naïve, cult e vintage.

Nel marzo 1978 dirige “Gong” periodico di musica rock e cultura giovanile. Da allora abbandona la carriera giornalistica creando la PUNK ART, un movimento artistico filosofico vicino all’universo Warholiano e ai miti americani degli anni ’60. I suoi quadri sono fotografie ingrandite a dismisura, spezzate e ricomposte, esasperate da colori violenti realizzati con i pantone della Letraset. I suoi disegni sono realizzati a pennino e china e talvolta colorati con ecoline.

Contemporaneamente edita e realizza il mensile di moda decadente “Artist”, per il quale incontra artisti (Schifano), registi (Wertmüller), attori (Poli), ballerini (Kemp), stilisti (Armani), cantanti (Krisma), scrittori (Moravia), poeti (Burroughs). Espone all’Art Mondial Gallery di Milano, alla Fiera EUR di Roma e al Plastic tempio dandy (1978/1980).

Nel 1980 gira il film “Punk Artist The Movie” e pubblica il volume “Diary of a Punk Artist”, manifesto di Comportamentistica & Gossip.

Dal 1983 – col suo partner fotografo Joe Zattere – vive a New York, Miami e Key West. In Manhattan il suo lavoro consiste in illustrazioni e ritratti per il quotidiano “Progresso Italoamericano”, il mensile “Executive”, il settimanale hard-trash “Screw” di Al Goldstein, “Advocate” e le riviste patinate “Torso”, “Blueboy”, “Stallion”, “Comics Journal”.

Rientrato in Italia a metà degli Ottanta, crea varie riviste fra cui “Gay Italia”, “Focus” e “Fumetti d’Italia”. Nel 1999 interpreta – con Cattaneo, Righeira e Toffolo – il film “Kairos & Kronos”.